Dillo alla luna - Giacomo Sardone

Dove vanno a finire i sogni? Se lo domanda, come un leit motiv che accompagna tutta la sua opera, Giacomo Sardone. Dillo alla luna è un excursus che è giunto al suo compimento, e proprio per questo riesce a dare una risposta alla domanda che è forse il senso stesso del vivere, del fuggire da una fisicità che schiaccia in terra per cercare di elevarsi, è un tempo di transizione fatto di cristallizzazione di attimi, di momenti, di elementi colti nel momento del loro divenire.
Come un interrogativo sull’esistenza, questa poesia si estrinseca in una ricerca continua sull’essere umano, sulla natura, sui valori, sulla necessità di amare ed essere amati. Posta a metà tra ragione e emozione, questa è una scrittura che vive in bilico, in uno scambio sensoriale fra anima e cuore.

Giacomo Sardone, conosciuto come MIMMO dagli amici più cari, nasce a Siracusa il 16 marzo del 1952, effettua gli studi scientifici e successi vamente si iscrive a medicina, tuttavia per gravi problematiche familiari è costretto presto ad abbandonare gli studi universitari. La medicina resta la sua grande passione per cui acquisisce il diploma di infermiere professionale e quella sarà la sua professione per 40 anni. Il sociale e soprattutto la disabilità è un suo impegno personale per cui ottiene il diploma di Assistente Sociale e nell’ambito della disabilità esercita la sua seconda professione. Giacomo Sardone ha pubblicato settimanalmente poesie su un giornale locale di nome “Libertà” e ha partecipato e vinto diversi concorsi anche fuori provincia di Siracusa.

 

 

 

Genere: Narrativa
Listino: € 9,90
Editore: Vertigo
Collana: Approdi
Pagine: 110
Lingua: Italiano
EAN: 9788862067720

 




Formati