Gli anonimi ritrovati - Rosaria Di Girolamo

Michelangelo Merisi da Caravaggio rientra nella cultura di Napoli come Diego Armando Maradona. La contemporaneità di Caravaggio ovvero ciò che lo rende ancora protagonista, anche fuori Napoli, in esposizioni internazionali di arte contemporanea sta nell’essersi messo a nudo e aver denudato la violenza del tempo in cui è vissuto. Ne’ “Gli anonimi ritrovati” ho tentato una revisione cronologica della produzione e dei fatti che hanno accompagnato gli ultimi tempi di vita vissuti a Napoli dal Merisi. Rosaria Di Girolamo

 

Rosaria Di Girolamo (1971). Laureata in Lettere moderne (v.o.-tesi in storia dell’arte moderna Federico II, Napoli) e con diversi post-laurea tra i quali il Master “Enrico Mattei in vicino e medio oriente” (II liv. Scienze politiche) ex-cattedra di Storia delle relazioni internazionali, presso la quale collaborava come cultrice della materia all’Università degli studi di Teramo. Dopo l’esperienza teatrale e cinematografica a metà anni novanta e una sperimentazione registica col cortometraggio “Dream”, inserito nel catalogo del Fano Film Festival, dal duemila al duemilasette si è occupata di video-editing. Ha ripreso l’attività teatrale con i corsi-scrittura e regia “Teatranti nel Parco”, diretti da Dacia Maraini (2011-2013). Conta una serie di pubblicazioni per il sito il mio libro Kataweb della Repubblica. Già traduttrice letteraria per la lingua inglese: corso Herzog, è stata inserita nel catalogo Premio Dante Alighieri (2013) con un racconto. Blogger dal duemilasette, attualmente ha conseguito il titolo formativo in “Giornalismo culturale e d’informazione”.

 

  • Genere: Narrativa
  • Listino: € 15,90
  • Editore: Vertigo
  • Collana: Approdi
  • Pagine: 212
  • Lingua: Italiano
  • EAN: 9788862066983
Formati